Monthly Archives: dicembre 2020

Locazione commerciale: spetta al giudicante valutare la gravità dell’inadempimento per pronunciare la risoluzione del contratto per morosità del conduttore.

Category : Locazione

Seppur vero che nel contratto di locazione trova applicazione la regola secondo cui il conduttore può adempiere anche dopo la proposizione della domanda di risoluzione, tale comportamento non sana il suo inadempimento precedente, ma può acquisire rilevanza solo ai fini della valutazione della gravità.

Gravità che il giudicante deve valutare, ai fini dell’emissione della richiesta pronuncia costitutiva di risoluzione del contratto per morosità del conduttore, anche alla stregua del comportamento successivo alla proposizione della domanda (Cassazione ordinanza n. 27955/2020).


Il bonifico tra coniugi può costituire una donazione indiretta soggetta alla relativa imposta.

Category : Donazioni

Tutti gli atti di disposizione mediante i quali viene realizzato un arricchimento (del donatario) correlato ad un impoverimento (del donante) anche senza l’adozione della forma solenne del contratto di donazione tipizzato dall’art. 769 c.c., sono accertati e sottoposti ad imposta se sono di valore superiore alle franchigie oggi esistenti, ossia: euro 1.000.000 per coniuge e parenti in linea retta, euro 100.000 per fratelli e sorelle, euro 1.500.000 per persone portatrici di handicap, mentre per i casi in cui la norma vigente non prevede franchigie (ovvero con riguardo a soggetti diversi da coniuge, parenti in linea retta, fratelli e sorelle, persone portatrici di handicap), l’imposta trova applicazione sull’intero importo della liberalità.

È quanto ha chiarito la Cassazione con ordinanza n. 27665/2020, inquadrando un bonifico ordinato da un coniuge in favore dell’altro come donazione indiretta, e pertanto soggetta alla relativa imposta sulle donazioni con l’attuale aliquota dell’8% sulla parte eccedente la franchigia di 1 milione di euro.